/* Haloscan enabling */

Thursday, December 14, 2006

Buon Natale (senza offesa)

Natale "nasce" dai rituali Boreali che celebravano la fine del terrificante progressivo accorciarsi delle giornate.
E' la prova della ciclicità, della Rinascita della Natura, della Vita e del Mondo; non per caso, divenne festa del Sol Invictus e successivamente celebrazione del Figlio dell'Uomo che viene tra noi - anche Dio è un Capricorn ;-).
E' un rito tradizionale, e in quanto tale vogliono farlo diventare un problema.
Non solo nella cronaca di costume di un asilo di Bolzano.
Non è nemmeno solo un problema europeo, se qualche Conservatore americano s'è sentito di promulgare la "War against Christmas Competition", per segnalare le "simpatiche iniziative" di boicottaggio del Natale in giro per tutti gli States.
Tale "competizione" è stata bandita senza soluzione di continuità ogni anno dal 2000, segnale che qualche problemino di visione difforme e di profondo scontro di mentalità Left-Right esista anche tra gli eredi dell'Original Melting Pot.
Anche Townhall colpisce (vedi vignetta); a riprova che non siamo i soli a "offendere" le sensibilità di suscettibili "ospiti" con il nostro semplice esistere, col nostro mero possedere un set di tradizioni usi e costumi molto adulterato, laicizzato e consumizzato, ma ancora "nostro".
Qualche pensatore debole sottovaluta l'importanza della tradizione e la confonde con i valori religiosi; della serie, come segare il ramo su cui si è seduti; una Cultura (la nostra include anche il Liberalismo, esso non è certo un patrimonio dell'Umanità intera) non è solo una somma di Individui.
I soliti politically correct di cui al post precedente sbagliano allora bersaglio: essendo disposti a tutto pur di colpire il loro nemico storico - la mentalità cristiana - sostengono col loro silenzio questo sgretolamento progressivo del set di tradizioni che ci identifica e ci unisce, per potersene uscire poi con un apparentemente salomonico
à la francais "proibiamo il velo MA ANCHE il crocifisso".
Non è un caso che nelle priorità dei pensatori deboli non ci sia ad esempio l'immigrazione, bensì clamorosamente elitarie e individualistiche battaglie di retroguardia.
Utilissime scuse queste ultime, usate dal Mainstream Media - MSM - correct per tentare di distrarre il Paese dall'approvazione della Finanziaria più devastante, statalista, filo-sindacale e filo-bancaria mai vista.
Non se ne rendono conto, poveri Puri; a fine emergenza, il MSM deporrà le loro cause e riprenderà coi soliti Iraq e Cogne, e loro si troveranno nuovamente esclusi dalle prime pagine, pur avendo votato a naso tappato detta Finanziaria. Per cui, prepariamoci a sorbirci il Bordin che, nella miglior rassegna stampa Nazionale, torna a chiedersi come mai le loro iniziative non vengano più cagate da nessuno.
Buon Natale a tutti, absit iniuria verbis.

22 Comments:

Anonymous ringo said...

Quando leggo certe notizie, le palle mi girano talmente tanto che mi si alza il kilt. Lord Brett Sinclair.

14/12/06 10:30 AM  
Blogger Abr said...

Per fortuna nostra non siamo lì nei pressi ... :-D

14/12/06 10:36 AM  
Anonymous mauro said...

Bordin CHI??? ;-)

BUON SANTO NATALE DI NOSTRO SIGNORE GESU' A TUTTI, pure a quelli che non ci credono!
Ciapa! ;-P

14/12/06 11:50 AM  
Blogger Otimaster said...

Giusto un paio di giorni fa avevo dei commentatori che mi davano del sognatore perchè ho scritto che alcune scuole non fanno il presepe per non offendere i musulmani.

14/12/06 12:10 PM  
Blogger Abr said...

Mauro, che offensivo che sei! ;-)
(Tnxs, ricambio).

Master, effettivamente la cecità indifferente, il borghesissimo "Ammè il Berlusca mi sta sul czz..", è quello che ci ha portato dove siamo: sudditi di Zapaterolandia.

14/12/06 12:26 PM  
Anonymous mauro said...

ma la cosa buffa e' che hai musulmani (a parte qualche eccezione patologica) del presepe gliene frega una cippa!
il problema sono gli europei, anticlericali laicisti, che stanno segando il ramo su cui stanno seduti.
e se ci fossero solo loro sul quel ramo, pazienza, ma putroppo...
AAAAHHHH!!!!! CRASH!!!! :-(

14/12/06 2:27 PM  
Blogger Chris said...

Buon Natale Amedeo:)

14/12/06 2:42 PM  
Anonymous Anonymous said...

La penso come Mario. Nei rapporti con l'Islam i primi problemi nascono dall'Europa stessa. L'Islam ha una cultura forte ed una tradizione vivissima, noi invece restiamo indifferenti pure se ci tolgono il Santo Natale, per trasformarlo in una scatola vuota di valori (e piena di soldi).

Salo (www.isalodelpensiero.blogspot.com)

14/12/06 2:43 PM  
Anonymous Anonymous said...

Scusate volevo dire come Mauro

14/12/06 2:44 PM  
Anonymous mauro said...

Dimenticavo: adottate anche voi un presepio online (vedi post)

14/12/06 2:50 PM  
Anonymous nullo said...

buon (primo) natale (che non passero' in famiglia, sig) a te

14/12/06 3:58 PM  
Anonymous Marco said...

se non riusciamo a rispettare manco noi stessi...mi chiedo come si possa sperare di trovare una vera forma di rispetto che faccia integrare chiunque nella nostra società...

bah...

ciao Abr...

14/12/06 5:27 PM  
Anonymous Anonymous said...

Ciao Amedeo. Hai letto su il Giornale di oggi l'articolo di Michele Brambilla. Più o meno, diceva le stesse cose. Good boys.
A proposito, ma Michele Brambilla non era stato nominato vice direttore di Libero? Come mai adesso scrive così di frequente sul paper fratello? Divorzio? Non ti ho mai chiesto qual è il tuo giornale preferito. Va bé, bando alle ciance. Gli auguri te li faccio fra qualche giorno.
See you later, mate

Hoka

14/12/06 5:42 PM  
Anonymous Elly said...

Qui c'è bisogno del link. Si si.

14/12/06 5:50 PM  
Blogger Paolo said...

Buon Natale a Te.

14/12/06 6:08 PM  
Anonymous Anonymous said...

Bisognerebbe fare una ricerca capillare per schedare e archiviare gli episodi (sempre più frequenti) di "autocensura" in materia di simboli religiosi. Sarebbe l'occasione per una galoppata nelle vaste praterie della stupidità e dell'incultura di questa parte del pianeta.

Recentemente ho ascolatato notizie di prima mano, "locali," che mi hanno lasciato senza parole. Se non fosse una faccenda tremendamente seria sarebbe uno spettacolo comico-grottesco, oltretutto di alto interesse psichiatrico. Ma purtroppo non possiamo soffermarci sugli aspetti esilaranti.

E' anche vero che bisogna domandarsi come è potuto accadere che la memoria dell'Occidente sia diventata così corta. Qui le risposte potrebbero essere imbarazzanti per i "cristiani," giacché, come si sa, tutto si tiene ...

Ciao
(wrh)

14/12/06 7:10 PM  
Anonymous Giano said...

La faccenda è più seria di quanto sembri. Ciò che mi preoccupa non è tanto l'idiozia di queste iniziative, quanto l'apparente indifferenza ed incapacità a reagire della maggioranza della popolazione ed ancor più di quelli che questa maggioranza dovrebbero rappresentare. Siamo in balia di quattro idioti fanatici. Ma se nessuno li ferma diventeranno maggioranza.
Visto che siamo in tema natalizio riporto una battuta che feci già l'anno scorso, per gli stessi motivi...
"L'Europa è come un albero di Natale prima di essere addobbato: è senza palle!"
Purtroppo.
Ciao, coraggio e naturalmente...Buon Natale :)

14/12/06 7:30 PM  
Blogger Abr said...

Mauro, il problema dei laici laicisti è che si sono lasciati prendere troppo dalle giustissime battaglie pro - individuo.
Peccato che si siano scordati che una Cultura, un Popolo, una Comunità è fatta sì di individui portatori di diritti inalienabili, ma collegati da legami chiamati valori comuni e tradizioni.
Come neutroni e protoni sono tenuti insieme da forze deboli e forti.
Mica detto che sio immutabili, solo che ci sono, e se le cancelli o indebilisci, vengono sostituite da qualcosa d'altro (la televisione, i soldi etc.etc.).

15/12/06 1:21 AM  
Blogger Abr said...

Buon Natale a te Chris -)

Salo, il tema è proprio quello dello sgretolamento dei legami sociali derivante dall'assenza di valori condivisi. Non so se cultura e tradizioni dell'Islam siano fortissime, tendo a considerarle espressioni di un infantilismo maschilista destinato a sfaldarsi molto rapidamente.
Sta di fatto che noi siamo ancora più s-centrati e sbalestrati di loro.

Nullo Buon natale a te, mi spiace per le tue lontananze.

15/12/06 1:29 AM  
Blogger Abr said...

Marco, il diabbolico tentativo per molti versi inconscio e incosciente è quello di smantellare (buona parte del) le nostre tradizioni.
Si fonda sull'erronea credenza che l'Uomo si fermi all'Individuo. L'Uomo è un groviglio di relazioni e un legame "fisico" con i suoi avi e la loro storia, chiamato Dna e celebrato da riti e credenze tradizionali. Senza quelle "stupidate", la Comunità solidale non esiste, si sfalda.
Dopo, solo dopo arrivano gli inalienabili diritti.
Gli altri, da fuori , se ne approfitteranno.

15/12/06 1:34 AM  
Blogger Abr said...

hoka, giorali che leggo? Premi "uncorrect news" sulla mia sidebar, e sono lì elencati per priorità. Dimostrano la mia apparentemente incoerente ondivaghezza tra libertarismo e conservatorismo.
Per me il minimo comun denominatore c'è, tra culto dell'Atomo Individuale e celebrazione della Tradizione statica e immutabile ad ogni costo.
Questo difficile equilibrio lo chiamo Identità. Cresce e cambia, come noi, ma come noi è sempre se' stessa, e come noi pretende rispetto, altrimenti avvissisce e muore.

15/12/06 1:38 AM  
Blogger Abr said...

Tnxs Elly!

Buon Natale a te Paolo!

Rob aka Windrose, concordo al 1000% con la tua analisi e la sconfortante conclusione. A proposito di "rcierca capillare", caro blogger.betista, ti ho pinzato a gironzolare nel mio cantiere segreto ... ;-)

Giano, le Culture occupano, anche fisicamente, lo spazio che le altre culture lasciano libero.
E' legge fisica, il buonismo in natura non esiste.
I Koisan del Sudafrica (anche detti Ottentotti o Boscimani) erano i dominatori dell'Africa Australe; secondo recenti studi di archeologia genetica, sono i discendetni più diretti di "Adamo", cioè tutti i viventi derivano da loro.
(eh si, la scienza oggi dice che Adamo è esistito, 70.000 anni fa circa; la cosa più buffa è che anche "Eva" è esistita, ma 100.000 -120.000 anni fa ...ma non divaghiamo).
Oggi, dopo decine di migliaia di anni, sono relegati in pezzetti del Kalahari, sommersi dalle migrazioni Bantu Zulu e anche bianche ...

15/12/06 1:46 AM  

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home