/* Haloscan enabling */

Friday, June 09, 2006

TocqueVille Trail Blazers


Si avvicina una scadenza importante per la Città dei Liberi: il giorno 13 Giugno - Sant'Antonio da Padova, il Santo dei miracoli impossibili - essa compirà il suo primo anno di vita. Alti lai, anatemi e vaticini di incoerenza e dissoluzione che piovono ad intervalli regolari dai più alti scranni della blogosfera e/o dal suo interno non sono mancati e non mancheranno; fatto sta che da 279 blogger primigenii, siamo oggi quasi 900, con nomi de gnente tipo Marcello Pera, e si vantano innumerevoli tentativi di imitazione manco fosse La Settimana Enigmistica.
Ecco allora un piccolo roundup celebrativo, da parte di chi può dire con orgoglio "in quella nursery quel giorno assieme a Sant'Antonio c'ero anch'io".
Innanzitutto questo post del gemello Robinik, che fa capire al meglio il clima frizzante che si respirava in quei giorni.
A dir la verità, ha bruciato tutti sullo scatto l'altro gemello, il Master, con una serie di interviste agli "apripista", i
Trail Blazer come si definivano nell'epopea del Far West (in fig., il famoso Daniel Boone, quello della frase: " I have never been lost, but I will admit to being confused for several weeks"), quei coraggiosi che andavano oltre la "frontiera" attirati dal miraggio dell'oro o delle pellicce o semplicemente per spirito avventuroso (o fedina penale sporca?) ma che alla fine aprivano la strada ai convogli dei settlers in Conestoga.
Idea vincente quelal del Master, intervistare i Pioneri e condividere le idee, le visioni, una foto magari un po' sfocata degli "eroi" ehm ehm che entreranno a breve nel mito dei Cittadini ('me sto già a toccà).
La prima,
ubi major minor cessat, è l'intervista al gemellone storico del Master. Quante battaglie, TQV building inclusa, hanno fatto assieme quei due fascistelli brufolosi! E tutto solo perchè gli si è rotta la playstation! Grandi i due gemelli! Mi onorano della loro amicizia, sono arrivati persino, un giorno in cui avevano evidentemente appena cambiato pusher, a gemellarsi col sottoscritto, formando la Triade, in cui chiaramente Robinik fa l'amm.del - Giraudo, il Master fa la purissima bandiera - Bettega, e io faccio il lavoro sporco ehmm volevo dire diplomatico dietro le quinte -Moggi. ;-)
Nella seconda puntata, immeritatamente il Master ha deciso di coinvolgere il sottoscritto. Forse perchè c'ero anch'io, prima ancora forse dell'altro gemello della Triade, a fare il Trail Blazer. Sia chiaro che il Master è stato stato bravissimo a inventarsi tutto di sana pianta, ha copiato persino lo stile e i mis-type di punteggiatura tipici mei! ;-) L'unica cosa forse interessante dell'intervista, aldilà del portare alla luce qualche banalissima opinione del sottoscritto, è che chiarisce, a chi eventualmente interessasse, come mai per molti io sia aka (
also known as) il Priore dei Templari di TocqueVille.
Le interviste proseguiranno, dice il Master, il successo è garantito almeno a giudicare dai commenti, siamo curiosi di conoscere meglio altri TocqueVille Trail Blazers.
E arrivano anche i
second generation TocqueVillers, quelli arrivati dopo la fondazione, ma lo stesso aggressivi e pimpanti: anche loro si intervistano, e celebrano pure loro ovviamente; altre interviste seguiranno sulla falsariga di quelle del Master, quasi un B-Side (chi segue il mio Radio-Blog, e chi mi conosce bene, sa che amo certi lati B ...).

Nel mio piccolo, smuovo anch'io qualche rimembranza, per chi fosse interessato a rivivere l'epopea della Città dei Liberi.
Rimembranze legate ai personaggi ai quali, assieme ai due gemelli di cui sopra, devo di più in questa favolosa avventura virtuale, e mi scuseranno tutti gli altri cui devo tanto comunque.
Parto da a.man, integerrimo Sindaco della Città, Guardiano dei Principii su cui si fonda - e a tal proposito, mi prudono le mani per scrivere un post sulle recenti insorgenze polemiche - nonchè Chairman of the Shareholder's Board di TQV (uguale Ideazione).
Di lui riporto, per gli studiosi del futuro corso di laurea "storia del Right Thinking in Italia", un reperto decisivo: il "let's rock tha house!" che diede il via formale all'operazione TocqueVille. Era il 21 marzo 2005.

Ma prima eh c'era un prima! La fase pratica fu preceduta ovviamente da un momento teorico, alto. Paolo di Lautreamont ebbe il merito di cristallizzare le idee del brodo primordiale in cui ci agitavamo tutti, nel Manifesto per una Città dei Liberi del 13 marzo. Mica solo teoria dal Paolo comunque: ecco qui il primo piano operativo per costruire la Città, sempre il 21 marzo (altra data fondamentale), con l'ideona di scegliere il nome mediante votazione. Se a.man è il Sindaco e il Condottiero, Paolo è l'Architetto della Città dei Liberi.

E prima della storia, cosa c'era? Da appassionato studioso dilettante di preistoria, gioco nel mio campo. La preistoria della Right Nation in Italia porta un nome, Sorvy. Un giorno si mise in testa di raccogliere i blogger "Right" in una lista. Di questa posso rendere testimonianza di quando ci entrai, 11 febbraio 2005, a un mese circa di mia vita nella blogosfera. Un mondo che mi si apriva: non avete idea come fosse navigare nella preistoria (pare sia passato un millennio), pareva che il web fosse tutto de sinistra! Dovevi andare a finire negli Usa o tra gli amici di Israele, per trovare qualcosa degno di lettura. Ogni soluzione si fonda su una base di dati; anche TQV si fonda sulle relazioni stabilite con quella lista primigenia, le fondamenta di TQV. Il Sorvegliato Speciale è il Titano sulle cui spalle poggia il Mondo.

Dopo queste prime pietre miliari, ci furono tante altre tappe degne di nota. Scorrendo i ricordi (e le pagine del mio vecchio blog tiscaliano, che tenerezza!), trovo altri momenti topici: emerge il nome prescelto - 1 aprile, il mitico logo - 3 aprile, fino alla fine del lungo periodo di test e l'emersione pubblica, quel famoso 13 giugno 2005.
Okkei, basta lacrimucce, guardiamo avanti. Il successo è già successo, occorre lavorare per raggiungere nuovi obiettivi. Se ne parlerà nel weekend di Sestri. Io ci sarò e voi?

Per quanto riguarda le recenti polemiche che necessiteranno di "chiarimento" laggiù, dico qui solo sommessamente ai cari amici coinvolti, da
vecio della fazenda, che questa è la terza o quarta insorgenza cui assisto in un anno della sempre stessa vecchia classica: qualcuno sta scalando la Città dei Liberi, qua boicottano la mia parte; attentatoooo! Così fan tutti, contro qualsiasi altro tipo di Right non piaccia, sia esso "destra sociale" o "libertarian" o "cattolico integralista". Invece, il nemico non va scelto, è già lì di fronte a noi e ci sfotte dai suoi alti scranni governativi, ridendo delle nostre divisioni.
Noi qui della Right Nation abbiamo tutti , da irriducibili individualisti quali siamo, la nostra propria visione, e la dobbiamo difendere e sviluppare ci mancherebbe, ma dobbiamo anche metterci una sola cosa in testa: per vincere serve federarsi. In gergo interno, dicesi il "Fusionismo de'noantri".
Per chiarire sino in fondo il mio pensiero, beccatevi questa: "Il bello della vita? Inseguire il nemico sconfitto, e assaporare il lamento delle loro donne" (fm. Conan il Barbaro; ognuno ha le fonti che si merita ...).
Ecco esposta la vision, il piano operativo per i nuovi successi da raggiungere.


Ps.: Il due di giugno scorso mio padre è stato insignito ufficialmente e pubblicamente del titolo di Cavaliere al Merito della Repubblica. E' solo un diploma e una medaglietta consegnata dal Prefetto, ma immaginatevi l'orgoglio suo e la festa di tutti noi familiari.
Dato l'anniversario, anche noi dovremmo istituire un ordine di merito, nel nostro piccolo. Eccomi quindi a proporre il bottoncino " TQV Trail Blazer" . E' a disposizione delle "autorità" (il Sindaco?); bersaglio, tutti coloro che ne abbiano diritto (direi: aver aggregato fisicamente qualcheccosa in TQV PRIMA del 13 giugno 2005); in caso di abuso, un virus corromperà implacabilmente l'hard disk ogni 13 giugno da qui al 3000.
Io per intanto me ne fregio, me ne fregio altamente. :-D

19 Comments:

Anonymous ringo said...

Onore al babbo!
Letta e goduta l'intervista a Master, dear Brett. Soprattutto la risposta alla domanda numero 12.

9/6/06 10:39 PM  
Blogger Otimaster said...

Beh il babbo ha fatto molto più di noi vedremo di esserne degni.
E' un post fantastico, spettacolare una breccia sulla storia, se aggregassi oggi finiresti al primo livello.
Grande Abr, intanto è uscita l'intervista al sindaco e domani finalmente una signora.

9/6/06 11:19 PM  
Blogger Paolo di Lautréamont said...

Faremo una festicciola per i trail blazers?

9/6/06 11:56 PM  
Anonymous Astrolabio said...

scusa, ma come si faceva ad aggregare qualcosa su tqv prima che esistesse?

comunque io c'ero anche quando tv era una pagina con una lista di link in ordine alfabetico :-)

10/6/06 12:49 AM  
Blogger Otimaster said...

Astrolabio facevamo test sul sistema d'aggregazione anche prima, la home page era visibile ad un link noto solo agli aggregatori.

10/6/06 1:07 AM  
Anonymous Lontana said...

Ho già scritto da Robinik come ci sono arrivata, a Tocqueville, nella disperata ricerca di qualcosa di destra...Bisogna rendersi conto che chi vive in Québec ha una informazione come Rai3...antimericanismo al massimo.
Infatti mi consolavo leggendo su Camillo e il foglio e da lì ci sono arrivata..Contemporaneamente anche la mia amica Perla aveva trovato siti interessanti partendo da TV.

Abr, devo essere sincera, é da non molto tempo che vengo a leggere i tuoi post. Sei una scoperta recente...ma é un vero piacere! Si ride anche!! :-)

10/6/06 5:54 AM  
Blogger valeforn said...

Autoreferenziale che non sei altro!
eheheheheh
:P
In Tocque-ville we trust

10/6/06 8:43 AM  
Anonymous StarSailor said...

E noi ricordiamo un post del Priore dal titolo "Vaffan Remo" che ogni tanto bisognerebbe riproporre ;)
Grande!! I 2nd generation boys (&girls - le mettiamo dopo e tra parentesi data la nostra misoginia :)) ) hanno ancora molto da imparare dai Trail Blazers che però, vorremmo ricordarti, non arrivano a una finale NBA dai tempi di The Glyde. ;)

ciao
Francesco

10/6/06 11:29 AM  
Anonymous StarSailor said...

e t'ho copiato l'idea ;)

10/6/06 12:39 PM  
Blogger Robinik said...

Bello bellissimo!

Mi costringi però a fare una precisazione.
Io per primo non voglio fare polemiche durante i festeggiamenti. non le voglio propio più fare. Non voglio fare nulla. Quello che però mi provoca un po' di prurito sono i passaggi nei post/interviste-clebrative in cui si minimizza per l'ennesima volta un problema enorme con le solite frasi demagogiche di circvostanza "volemose bene" "tutti si sentono minacciati ma non lo è nessuno" "i nemici sono altri" "ci unisce più di quello che ci divide".

Queste frasi sono l'ennesima mancanza di rispetto verso persone dotate di cervello (una di loro è probabilmente quello più titolato ad essere definito padre di TV) che trattate alla stregua di bambinetti dementi che stanno litigando per cose inutili.

Non è così.

Premesso che io ho molte più cose da dividere con Blogger di sinistra o al di fuori di TV rispetto a molti all'interno (è un altro discorso ma indicativo del fatto che la squadra non giustifica i mezzi-uomini)... dico che non le battaglia non deriva da presunti scandali della serie "Oddio un'idea diversa dalla mia!!!!!!!!!!" ma da problemi ben più gravi.

Ben vengano le idee e ben vengano quelle in contrasto (all'interno di maxi-confini ma ben vengano). Il problema nasce però quando al contrario di un sedicente fusionismo qualcuno decide quali idee debbano avere voce o meno e ancora peggio occupa la redazione.

Mi permetto di dirlo poichè da aggregatore ho sempre aggregato tutto il possibile, comprese le idee che non condividevo per stimolare questo fusionismo e questa contaminazione.

Sfido chiunque a dimostrarmi il contrario e sfido chiunque a dimostrarmi che invece alcune persone della redazione si conmportano volontariamente in maniera diversa.

Scusa lo sfogo, magari è fuori luogo, ma non posso accettare che passino concetti per i quali qualcuno ha solo la mosca al naso e voglia di rompere.

L'ho letto anche prima dal Master con l'intervista ad Andrea... lo ritrovo qui... e ti è toccata 'sta pizza...

un abbraccio;)

La mia play è sempre rotta.

10/6/06 12:51 PM  
Blogger Monsoreau said...

Congratulazioni a tuo Padre.
Devo dire che il rischio dell'autocelebrazione fine a se stessa, seppellendo quel che ha giustamente scritto Robinik, c'è.
Ma la sede di discussione è un altra. Qui limitiamoci a brindare al primo compleanno del 13 giugno.

10/6/06 2:11 PM  
Blogger Abr said...

Tnxs Brett, pensavo al tuo cipiglio da true blindisder mentre scrivevo la risposta sul rugby.

Master, il merito è tutto tuo. Preparati, perchè l'unico degno veramente di intervista non può rimanre senza - e sai a chi mi riferisco...)

Paolo, festa e addirittura onorificenze, ho proposto! Tu sei l'aborigeno a Sestri, a te organizzarla. Budget illimitato, offre il Sindaco!

Astro., tha risposto il Masteer, comunque stai diventando uno dei miei preferred, mi sa che sei .. veneto.

lontana, ci siamo incorciati tempo fa appnea arrivast TQV, mi fa piacere leggere i tuoi commenti! Il Canada avrà un sacco di issues, ma ti assicuro che ti invidio.

Ciao Vale! A aprte che sono ben aldilà dell'autoreferenziale :-o
ho legato i post del mio vecchio blog, quello con due lettori la settimana ... ;-)

Star sei un mito! VaffanRemo me l'ero scordato! Mi sa che lo ripristiniamo, sta per arrivare l'ora direi. T'ho visitato, come tutte le perosne intelligenti, ti ispiri alle cose intelligenti che trovi in giro! ;-)

Tnxs Rob.
La risposta alla tua precisazione sarà articolata in un post, a questo punto mi sa che mi tocca.
Il mio punto lo conosci bene, è sempre lo stesso dei "vecchi tempi" (I know you know what I mean).
Con una aggravante, di cui tu e Sorvy vi assumente la piena responsabilità: che poi vengon fuori i post alla Alef.
E i "bersagli" diventano "vittime". E Malvino dice : ve l'avevo detto io! E Indymerda che gode. Complimenti! Guarda, ti perdono solo perchè alla tua età ero come te ;-)

Tnxs Monsoreau.

10/6/06 4:12 PM  
Anonymous ringo said...

Clyde the Glyde Drexler... Ora Danny ti toccherà mettere pura una sua foto nei paraggi! La colpa però non è mia, sia ben chiaro.
Riguardo al mio cipiglio, troppo onore.

10/6/06 4:24 PM  
Blogger Abr said...

? No compriendo Brett, che c'entra la colpa col il mitico acrobata dei Trail Blazer dei tempi d'oro?

10/6/06 4:51 PM  
Blogger Robinik said...

Aspetto il post allora.

Mi interessa particolarmente come farai a far in modo che la responsabilità sia mia e di Sorvy. Siamo i nuovi Sofri ne deduco... che figata! Ci scappa la vicepresidenza di TV allora.

Ogni uomo è infatti responsabile delle proprie azioni e quindi anche i Jimproni & c.

Per inciso... a me di Malvino, Indymedia & c. mai me n'è fragata mezza e mai me ne fregherà.

Io non sono ostaggio di nessuno. E sottolineo io ;)

Ti perdono solo perchè non pensavo nemmeno di doverti perdonare.

10/6/06 6:43 PM  
Blogger Robinik said...

P.S. Quando l'aggressore diventa vittima qualcuno ha sempre sbagliato (ed il 99% delle volte è quello che cade nella trappola dell'abile vittimismo)

P.S.2 Io non ho scritto nessun post. L'ha scritto soloSorvy

P.S.3 Sai che non lo so se ti èerdono ;P

10/6/06 6:50 PM  
Blogger Abr said...

Rob., evidentemente non mi sono spiegato. Strano però, era lo stesso identico discorso che facemmo in pvt io e te qualche tempo fa .... do you remember?

10/6/06 9:46 PM  
Anonymous Anonymous said...

abr, grazie per la citazione. troppo buono. Io sono stato solo un "postino" ed un rciercatore di blog "RIGHT".
Parlate in modo incomprensibile di me. Cosa ho combinato?
Pensavo fosse una goliardata dire che JimMomo è un pò "sopravvalutato". Evidentemente il "re nudo" ha sentito le chiappe fredde. Daccordo cone te abr che il nemico comune sta a sinistra. E nopn fra di noi. JimMomo sta a sinistra. Quanto meno dovrebbe essere messa in discussione come aggregator. 'Ntipare???
VIVA TOCQUEVILLE. VIVA LA RIGTH NATION. ABBASSO I "LEFT TROLLS AGGREGATOR" IN TOCQUEVILLE.
SORVY

12/6/06 3:15 PM  
Blogger Abr said...

Sorvy, che piacere, bentornato! Era una vita!
Resa difficoltosa dal fatto che non sono autorizzato a lasciar commenti da te (capisco che devi difenderti dai troll, ma dovrei far tutto un giro via Splinder; mi s'ammoscia l'ispirazione ...).
Per me sei e rimani un mito.

Nel merito, altro che goliardata! Hai dato un bel calcione al formicaio!
Tutti ne parlano, molti a sproposito, si stratificano sopra la tua protesta altri discorsi, più o meno estremi, più o meno giustificati, più o meno personali.

Siccome sei un mito non solo per me, la tua uscita ha provocato una radicalizzazione (bella parola, so che ti piace!) delle posizioni. E tu non sai quanto odio le polemiche distruttive.
Ha prodotto anche qualche sana riflessione, spero.

Lascia che dissenta da te sui "post dei cattolici che sono la maggioranza e che non vengono MAI aggregati".
Nequidnimis = non esagerare, mai.

E poi sei un cattolico: non dovresti personalizzare, mai.

Proprio tu che sei stato "instrumental" nella nascita di Tocqueville, dovresti aver ben chiaro che il mondo RIGHT è fatto di tante sensibilità, che esistono anche i libertarian non di sinistra, detti anche "salmoni" ad esempio.

E che farsi rispettare (giustissimo e doveroso) non vuol dire definirli di sinistra e promulgare crociate contro di loro. Se vuo rispetto, allora dàllo, giusto?

Nessuno sta "taking over TQV", con buona pace di chi lo crede ( o finge di crederlo). Garantito al limone. Se non altro perchè lo "shareholder" non si chiama ItalianiEuropei o Limes. Si chiama IdeAzione.
E io so' tranquillo sotto questo profilo: RnP mai; al limite, Italia dei Valori ;-DDDDDD

12/6/06 7:42 PM  

Post a Comment

<< Home